mercoledì 12 ottobre 2016

La cartina del vento

Quanti sono i parchi eolici in Italia, e quanti in Molise? Lo scopriamo attraverso una cartina realizzata dall’Anev (Associazione Nazionale Energia del Vento). L'ANEV, secondo quanto riportato sul suo sito internet, è una “associazione di protezione ambientale (riconosciuta ai sensi della Legge 8 luglio 1986 n. 349) nata nel luglio 2002 che vede riuniti circa 70 aziende che operano nel settore eolico”. Tra gli scopi dichiarati dall’Anev vi è quello di “concorrere alla promozione e utilizzazione della fonte eolica in un rapporto equilibrato tra insediamenti e natura”. In altre parole, come specificato nel sito www.anev.org, l’obiettivo dell’Associazione è quello “di conciliare lo sviluppo della produzione di energia pulita con le necessarie tutele di valorizzazione e salvaguardia del territorio”.
Di certo, guardando quello che è successo in Molise, e quello che sta succedendo in queste settimane in Campania nel Comune diCircello (BN), gli obiettivi prefissati dall’Anev sembrano non essere così facili da raggiungere.
Guardando la Mappa Eolica, poi, ci si accorge subito che qualcosa non torna. La stragrande maggioranza dei parchi eolici è stranamente concentrata nell'Italia meridionale, che il sud abbia improvvisamente
scoperto di avere un’anima ambientalista mi pare improbabile, piuttosto mi viene facile immaginare gli enormi interessi economici che l’eolico muove (sull'argomento consiglio questo articolo del 2012 apparso su Ilfattoquotidiano.it http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/09/16/pale-eoliche-quanti-miliardi-al-vento/353992/).
La mappa contiene una serie d’importanti informazioni quali l’ubicazione dei vari parchi eolici, i dati sulla società titolare degli impianti, il numero di aerogeneratori e la potenza di ogni singolo parco eolico.







Libri consigliati

Nessun commento:

Posta un commento