Paesaggi a Nord Ovest - mostra d'arte contemporanea al Festival del Verde di Roma

Testo critico di Valerio Rivosecchi

Paesaggi a Nord/Ovest è una mostra offerta da un gruppo di studenti dell’Accademia di Belle Arti di Roma al pubblico della V edizione del Festival del Verde e del Paesaggio, in programma all’Auditorium del Parco della Musica dal 15 al 17 maggio 2015.
Domenico Cornacchione - Distributore di paesaggi - 2015
Il titolo allude alla famosa rotta polare (Passaggio a Nord/Ovest) considerata da sempre molto difficile da percorrere, ed è infatti alla difficoltà ideativa e progettuale relativa al tema che fa riferimento la stessa mostra.
Provenienti da tre continenti e diverse culture (Italia, Cina, Colombia, Romania) i dieci partecipanti seguono tutti il Corso di Scultura tenuto da Ciriaco Campus all’Accademia. Nel laboratorio di via Ripetta, che ha visto all’opera grandi maestri, si trovano oggi tutti insieme, con le loro idee e le loro mani, a riflettere su un mondo in piena trasformazione, ma accomunato da una esigenza fondamentale: sopravvivere alla logica crudele dell’economia globale e alla progressiva distruzione dell’ambiente.

Per loro fortuna hanno capito in tempo che piangersi addosso serve a poco, e per arrivare a smuovere la coscienza collettiva a volte è meglio una intelligente leggerezza. Tra le loro proposte: mini-paesaggi componibili distribuiti come chewing-gum (Domenico Cornacchione); il “Cuore di Roma” che diventa una mappa ramificata in mille percorsi possibili (David Salge) e un fiore natural-surrealista che invita alla calma (Ma Xiao); memorie della lontana Mongolia (Bao Chaolumeng) e variopinti cactus di un sogno messicano (Michele Spina); la speranza che rinasce intorno a un tronco carbonizzato (Veronica Fasoli) e un paesaggio-rebus di oggetti e parole (Laura Bevione); un indispensabile strumento per resistere nel caos metropolitano (Vito Gara) e il misterioso esponente di una nuova Utopia (Hou Zheng)…sembra non esserci limite all’inventiva di questa nuova generazione, spesso frettolosamente liquidata come pigra, indifferente e tecnodipendente, mentre si trova ad affrontare sfide mai viste, viaggi pericolosi e logoranti attese tra i ghiacci. Sperimentando, giorno dopo giorno, il valore insostituibile dell’arte come strumento di comprensione della realtà.

Elenco partecipanti
  1. David Salge – Colombia
  2. Ma Xiao – Cina
  3. Domenico Cornacchione – Italia
  4. Vito Gara – Italia
  5. Hou Zheng – Cina
  6. Michele Spina - Italia
  7. Bao Chaolumeng – Cina
  8. Laura Bevione – Italia
  9. Veronica Fasoli – Italia
  10. Wang Zhenlong – Cina

Commenti