martedì 28 aprile 2015

FALLER – che si divide

FALLER – che si divide

Mostra d’arte contemporanea del GRUPPO 12
A cura di Irene Provenziani



Laura Giovanna Bevione
Domenico Cornacchione
Aldisio G. D’Elia
Antonella Nardi
Giuliana Silvestrini


Giovedì 30 Aprile, presso la Rocca dei Papi di Montefiascone (VT), si terrà la nuova esposizione del collettivo Gruppo 12 intitolata “FALLER – chi si divide” a cura di Irene Provenziani. La mostra rientra nella XI edizione di "INCONTRI MUSICALI" manifestazione organizzata dall'Associazione Canto di Eea.

"La mostra tratterà il tema della sacralità attraverso un’interpretazione individuale da parte degli artisti. Il Sacro, legato alla passione, al dolore, all'amore e alla pace, viene questa volta toccato dal Gruppo 12 attraverso una mostra realizzata all'interno della sala di Leone X presso la Rocca dei Papi di Montefiascone.
Qui gli artisti elaborano un loro concetto del Sacro, attraverso una chiave di lettura individuale della spiritualità sia laica che religiosa che lega ciascuna opera all'altra e al contesto che le ospita.
Le opere parlano attraverso codici da decifrare, richiami all'elemento primordiale e attraverso sedimentazione dell'immagine e della raffigurazione.
Cosa significa per questi artisti il Sacro e cosa scaturisce in noi la visione del loro estro creativo?
L'arte da sempre ha contornato e decorato se non istruito il popolo verso la religione Cristiana e tutto ciò che la costituisce sin dalle sue origini e così facendo ha portato l'uomo verso l'elevazione dell'io e verso la propria rinascita. Pertanto seguendo questo monito gli artisti del Gruppo 12 si sono ispirati ad concetto universale del Sacro per poi adornarlo con le loro molteplici chiavi di lettura e interpretazioni emotive.
In questo contesto di sensazioni  spiritualità e laicità lasciamo spazio ai sensi di ciascuno spettatore di percepire, trascrivere e designare ognuno in modo diverso il vissuto delle opere che andremo ad osservare e a vivere.

Ed ecco che l'esperienza estetica prenderà voce in questo insieme di colori, percezioni e visioni e diverrà compito del fruitore darle un nome e vivere ciascun opera leggendone il proprio Archetipo e la propria Anima creata dagli artista."

Testo di Irene Provenziani



Libri consigliati

Nessun commento:

Posta un commento